Diario di Bordo

Ottavo giorno / ore 22: La Commissione europea boccia la manovra e chiede una correzione.

Shares Share

Ottavo giorno: 5 ottobre 2018 ore 22

La Commissione europea boccia la manovra e chiede una correzione.

Gli eventi si succedono rapidamente. L’aperta violazione da parte del Governo delle regole europee previste nel Patto e inserite nella Costituzione non poteva che portare ad una ferma presa di posizione da parte della Commissione.

Con una lettera inviata a tarda sera al Ministro Tria il Commissario Moscovici e il Vice Presidente della Commissione Dombrovskis  chiedono all’Italia di rispettare le fiscal rules e di cambiare la manovra in modo da riportare il deficit strutturale su un percorso di graduale avvicinamento nel medio termine al pareggio del bilancio, così come concordato dal precedente governo.

Fin qui i fatti. Ora aspettiamo la reazione del governo, dei mercati e della borsa. Le preoccupazioni aumentano e l’incertezza è la peggior nemica dell’economia.

La lettera della Commissione Europea a Tria